akashido

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Regolamento del Dojo - Dojo kun

Dojo Kun

E-mail Stampa PDF

 

  • La società AKASHIDO Palermo  ha come suo unico scopo la divulgazione e la pratica del karate shito ryu.

  • Il karate è un arte marziale di difesa personale: tutti gli allievi che fossero sorpresi ad abusare delle proprie conoscenze a scopi di violenza o di gioco, all'interno o all'esterno della palestra, saranno immediatamente allontanati, senza possibilità di reintegrazione.

  • Il rispetto per la cintura o il grado superiore è la prima norma che un allievo dovrebbe osservare: modestia, sincerità ed umiltà sono caratteristiche uniche per un buon praticante.

  • All'interno del Dojo è vietata ogni tipo di attività diversa da quella della pratica marziale.

  • L'ingresso al Dojo è consentito solo a piedi nudi o, altresi con un paio di ciabatte, che dovranno essere riposte ordinatamente e con la punta rivolta verso l'esterno, prima dell'inizio dell'allenamento.

  • E' vietato entrare nel Dojo prima dell'inizio della lezione.

  • E' vietato entrare o uscire dal Dojo senza il preventivo assenso del maestro e senza aver effettuato il rituale del saluto.

  • E' vietato disturbare lo svolgimento delle lezioni parlando durante e dopo l'allenamento, dentro e fuori dal Dojo: e sinonimo di buona educazione permettere ai compagni di allenarsi in un ambiente adeguato.

  • E' vietato indossare braccialetti, collane ed anelli durante la lezione, mentre l'uso di orecchini è permesso solo se non pendenti

  • Gli allievi che tengono i capelli lunghi devono tenerli raccolti

  • L'impegno, la condotta, la puntualità e la frequenza sono i punti cardine su cui il maestro basa i propri giudizi.

  • L'osservanza di queste regole è obbligatoria anche in assenza del maestro

 

Il Responsabile Tecnico

M°Sascia Pezzino

Ultimo aggiornamento Giovedì 16 Febbraio 2012 22:50